Concorso internazionale di progettazione per la riqualificazione del complesso edilizio di Via delle Orsole 4, Milano

 
CONCORRENTI AMMESSI AL SECONDO GRADO via delle Orsole
H5QLZBG3
L36F5B53
4UG7NSEB
67Z2SBT3
Z75RBSS9
3ZHRR7EN
VGEP7VQB
DBGN8LG4
RGN3A3LQ
LGVCBL74
 
NEWS IN EVIDENZA
07.05.2018

Seduta pubblica per l'avvio dei lavori del secondo grado del concorso
La seconda seduta pubblica per l'avvio lavori di Commissione del secondo grado di Concorso, si terrà:
Lunedì 28 maggio 2018 alle ore 14,00
presso la sede della Camera di Commercio di via Meravigli 9/b Sala Conferenze.


03.05.2018

Risposte a tutte le richieste di chiarimento pervenute per il secondo grado del concorso
Nella sezione "Domande" del portale è disponibile il file pdf con le risposte a tutte le richieste di chiarimento pervenute entro il termine previsto del 2/05/2018.


19.04.2018

Pubblicazione del contratto di istituzione di una servitù tra Enel e Credito Bergamasco per cabina elettrica
Copia del contratto di istituzione di una servitù tra Enel e Credito Bergamasco (ex proprietario dell'edificio di via delle Orsole) per la cabina elettrica.


12.03.2018

Elenco codici concorrenti primo grado
Elenco codici concorrenti primo grado


09.03.2018

Nomina della Commissione giudicatrice del concorso
La Commissione giudicatrice è stata nominata con Determina Dirigenziale n. 221 del 09/03/2018. In allegato l'elenco con indicazione dei commissari.


OGGETTO DEL CONCORSO E PROCEDURA

La Camera di Commercio Metropolitana di Milano-Monza-Brianza-Lodi bandisce un concorso internazionale di progettazione per la riqualificazione del complesso edilizio di via delle Orsole 4 situato in Milano, con procedura aperta, il cui oggetto è l'acquisizione, dopo l'espletamento del secondo grado, di un progetto con livello di approfondimento pari a quello di un progetto di fattibilità tecnica ed economica.

Il concorso, aperto agli Architetti e agli Ingegneri, è articolato in due gradi in forma anonima.

Per garantire anonimato e condizioni uniformi di partecipazione le procedure del concorso e il rapporto fra Ente banditore e concorrente avverranno esclusivamente per via telematica attraverso il sito concorsoviadelleorsole.concorrimi.it.

Al sito sopra citato il concorrente avrà accesso mediante registrazione e potrà scaricare il materiale necessario alla partecipazione, formulare quesiti, consultare l'apposita pagina "news" e consegnare mediante caricamento gli elaborati delle proposte progettuali sia del primo che del secondo grado.

CALENDARIO DEL CONCORSO

Le principali scadenze della procedura del Concorso sono le seguenti:
  • 09.02.2018 ore 17:00:00
    Termine per la ricezione delle richieste di chiarimento per il primo grado;
  • 16.02.2018 ore 17:00:00
    Termine per la pubblicazione delle risposte alle richieste di chiarimento pervenute entro il 09.02.2018 per il primo grado;
  • 01.03.2018 ore 12:00:00
    Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali relative al primo grado;
  • 12.03.2018 ore 10:30:00
    Prima seduta pubblica della Commissione giudicatrice, per la lettura o pubblicazione dei codici alfanumerici attribuiti dal sistema telematico alle diverse proposte;
  • 22.03.2018 ore 15:00:00
    Comunicazione delle proposte progettuali ammesse al secondo grado del concorso;
  • 02.05.2018 ore 17:00:00
    Termine ultimo per la ricezione delle richieste di chiarimento per il secondo grado;
  • 10.05.2018 ore 17:00:00
    Termine ultimo per la pubblicazione delle risposte ai quesiti formulati per il secondo grado;
  • 24.05.2018 ore 12:00:00
    Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali relative al secondo grado;

PREMI E RIMBORSO SPESE

Il vincitore del concorso riceverà un premio di € 60.000,00 (al netto di IVA e ogni altro onere di legge).
Al concorrente risultato secondo classificato è riconosciuto un premio di € 20.000,00 (al netto di IVA e ogni altro onere di legge).
Al concorrente risultato terzo classificato è riconosciuto un premio di € 12.000,00 (al netto di IVA e ogni altro onere di legge).
Ciascuno dei successivi 7 (sette) concorrenti riceverà un rimborso spese di € 4.000,00 (al netto di IVA e ogni altro onere di legge).

DOCUMENTI DEL CONCORSO

L'Ente banditore fornisce la seguente documentazione:
1. Bando di concorso
1. Bando di concorso (application/pdf)
2. Documento preliminare alla progettazione
DPP_DOCUM PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE.PDF (application/pdf) - Documento preliminare alla progettazione
3. Elaborati grafici di rilievo dello stato di fatto:
Sanatoria 1997.7z (application/x-7z-compressed) - Sanatoria 1997
Sanatoria 2013.7z (application/x-7z-compressed) - Sanatoria 2013
4. Documentazione fotografica
Documentazione fotografica.pdf (application/pdf) - Documentazione fotografica
5. Relazione tecnica di fattibilità incremento volumetria
Fattibilità incremento volumetria.pdf (application/pdf) - Relazione tecnica di fattibilità incremento volumetria
6. Inquadramento urbanistico fabbricato
Inquadramento fabbricato.pdf (application/pdf) - Inquadramento fabbricato
Certificato Urbanistico.pdf (application/pdf) - Certificato urbanistico
Annullamento vincolo.pdf (application/pdf) - Decreto di annullamento vincolo di interesse archeologico sull'immobile
7. Elaborati strutturali di specifici interventi
Elaborati strutturali interventi 1984-1986.7z (application/x-7z-compressed) - Elaborati strutturali di specifici interventi
8. Calcolo onorari ai sensi del D.M. 17 giugno 2016
Calcolo onorari ai sensi del D.M. 17 giugno 2016.pdf (application/pdf) - Calcolo onorari ai sensi del D.M. 17 giugno 2016
9. Protocolli energetico-ambientali. Relazione illustrativa
LEED-relazione costi e benefici.pdf (application/pdf) - Protocolli energetico-ambientali. Relazione illustrativa

QUESITI E RICHIESTE DI CHIARIMENTI - SECONDO GRADO

Termine per l'invio delle domande: 02.05.2018 alle ore 17:00:00
Termine per la pubblicazione delle risposte: 10.05.2018 alle ore 17:00:00

ELABORATI RICHIESTI - SECONDO GRADO

Il progetto di fattibilità tecnica ed economica, che i concorrenti ammessi al secondo grado del concorso devono presentare, è costituito dai seguenti elaborati:

    A) Relazione tecnica descrittiva del progetto. La relazione deve descrivere il progetto e dare le necessarie indicazioni per la prosecuzione dell’iter progettuale. Nel dettaglio la relazione deve affrontare i seguenti argomenti:

    1. illustrazione delle ragioni della soluzione proposta e motivazione delle scelte architettoniche e tecniche del progetto;
    2. descrizione generale della soluzione progettuale dal punto di vista funzionale;
    3. descrizione della caratterizzazione del progetto dal punto di vista dell’inserimento nel contesto di riferimento e le relazioni con il tessuto circostante;
    4. descrizione dei criteri di progetto finalizzati alla sostenibilità ambientale, risparmio ed efficientamento energetico ed economica;
    5. accessibilità, utilizzo, facilità ed economicità di gestione delle soluzioni del progetto; nonché la valutazione del ciclo di vita e della manutenibilità delle opere;
    6. circostanze che non possono risultare dai disegni;
    7. indirizzi per la redazione del progetto definitivo;
    8. cronoprogramma sommario delle fasi lavorative.

    La Relazione potrà includere immagini e schemi grafici e dovrà essere contenuta in un fascicolo di max n.19 facciate in formato UNI A4 più la copertina (per un massimo di 3.500 battute per pagina spazi inclusi). 

    B) n. 5 elaborati grafici:

    • Inquadramento urbano dell'intervento in scala 1:1000,
    • Planimetria generale con indicazione del manufatto e delle sistemazioni esterne, comprensiva della viabilità perimetrale all'area interessata in scala 1:500
    • Schemi grafici per l'individuazione delle caratteristiche dimensionali, volumetriche, tipologiche, funzionali e tecnologiche dei lavori da realizzare: piante di ogni piano e sezioni ritenute maggiormente significative in scala 1:200
    • Prospetti completi di riferimento alla altezze e ai distacchi degli edifici circostanti, alle quote del terreno e alle sue eventuali modifiche in scala 1:200
    • Rendering

    C) Relazione tecnica delle strutture e degli impianti con indicazione della spese sommaria

    D) Prime indicazioni e disposizioni per la stesura del PSC

    E) Schema di quadro economico dell'intervento, con l'indicaizone dei costi dei lavori, comprensivi della manodopera e dei costi della sicurezza

    Nello sviluppo della proposta progettuale i concorrenti devono tener conto delle eventuali indicazioni formulate dalla Commissione giudicatrice al termine del primo grado del concorso.

    La dimensione massima del singolo file è di 10MB (10.485.760 bytes), in formato PDF.

    Il codice alfanumerico (codice registrazione) che il sistema assegna ad ogni partecipante al momento della registrazione NON deve essere riportato sugli elaborati, pena l'esclusione.

    Elaborati difformi dalle sopra citate specifiche o che contengano elementi riconoscitivi (quali titoli, loghi, motti, ecc.) che potrebbero ricondurre alla paternità della proposta ideativa, comporteranno l'esclusione dal concorso.

    CRITERI DI VALUTAZIONE - SECONDO GRADO

    Nella seduta riservata la Commissione giudicatrice definisce la metodologia dei lavori. La Commissione giudicatrice valuterà le proposte ammesse sulla base dei seguenti criteri di valutazione:

    Nel rispetto delle modalità previste dall’articolo 155, comma 4 del Codice, la valutazione della Commissione si riferirà unicamente ai seguenti criteri:

    a) in ordine alla qualità architettonica, alle caratteristiche compositive e all’immagine complessiva derivante dalla rivisitazione del complesso edilizio.

    Fino a 15 punti

    b) in ordine al perseguimento della massima efficienza e risparmio energetico del sistema edificio mediante opportune scelte tecniche, tecnologiche, impiantistiche, materiche.

    Fino a 15 punti

    c) in ordine all’involucro edilizio globale in modo da assicurare uniformità ed omogeneità funzionale, efficacia e valenza estetica. In ordine al “pacchetto” di coibentazione termica ed impermeabilizzazione delle coperture dell’edificio in modo da favorire un idoneo smaltimento delle acque meteoriche.

    Fino a 10 punti

     d) in ordine alla valorizzazione, armonizzazione ed integrazione delle proposte progettuali con il contesto urbano e ambientale di appartenenza.

    Fino a 10 punti

    e) in ordine alla definizione e distribuzione degli spazi interni con il raggiungimento della massima flessibilità e multifunzionalità degli ambienti.

    Fino a 10 punti

    f) in ordine alla manutenzione e pulizia degli impianti dell’immobile e degli ambienti, in modo da agevolare l’esecuzione delle operazioni da parte dei preposti e limitare i costi manutentivi nel lungo termine.

    Fino a 10 punti

    g) In ordine alla sostenibilità e fattibilità realizzativa ed economica dell’opera in coerenza con le previsioni e gli indirizzi esplicitati nel presente bando.

    Fino a 10 punti

    h) in ordine all’ottenimento della certificazione LEED, con livello di performance pari o superiore a Silver.

    Fino a 5 punti

    i) in ordine alle scelte afferenti i materiali da costruzione e le fonti energetiche, privilegiando alternative rinnovabili e che riducano il dispendio di materie prime vergini. In ordine alla gestione delle luci con sistemi di illuminazione a basso consumo energetico ed alta efficienza.

    Fino a 5 punti

    l) in ordine al comfort dei futuri utilizzatori dell’immobile, sia dal punto di vista acustico che in relazione alla salubrità degli ambienti

    Fino a 5 punti

    m) in ordine alla redazione di un sistema/modello BIM (Building Information Modeling) sin dalla progettazione dell’opera, tramite l’utilizzo di un approccio metodologico che razionalizzi l’attività progettuale e accresca l’efficacia delle scelte progettuali.

    Fino a 5 punti

    La valutazione degli elaborati di Concorso avviene attraverso vagli critici successivi per ciascuno dei criteri sopraelencati. Il risultato sarà motivato con l’assegnazione di punteggi e definizione di graduatoria finale.